Il 5 maggio è stato il こどもの日 (kodomo no hi) o la giornata dei bambini. Abbiamo menzionato questa data in questo articolo dedicato alla Golden week (colloquialmente abbreviato in GW). Oggi, con questo articolo, parleremo di questa festa, come è nata e come i bambini giapponesi l’hanno passata durante questo periodo di quarantena.


Secondo il sito 日本の行事を知ろう! (Conosciamo gli eventi del Giappone!), la festa dei bambini è stata stabilita il 5 maggio del 1948 (23esimo anno dell’era Shōwa) con lo scopo di festeggiare un giorno di rispetto della personalità dei bambini, tenere conto della felicità dei bambini e ringraziare la madre. La festa dei bambini maschi, insieme ad altre feste chiamate il giorno del cavallo dell’inizio di maggio e la festività del 5 maggio sono state introdotte dalla Cina dal periodo Nara (710-794) al periodo Heian (794-1185/1192).


In passato, era chiamata festa dei bambini maschi e si pregava che loro crescessero forti. Oggi, invece, è considerata la festa di bambini e delle bambine. Ci sono decorazioni come i 鯉のぼり (koinobori, carpe di carta o di stoffa di diversi colori con il loro significato) e il (kabuto, un tradizionale elmetto militare giapponese).

Come ho menzionato precedente, il 5 maggio era considerata la festa dei bambini maschi e, la fonte aggiunge, il 3 marzo non era una festività (oggi è diventata la festa dell’雛祭りhinamatsuri, festa delle bambole o festa delle bambine -). Se ho capito bene, entrambe le feste venivano criticate perché implicavano la dominanza dell’uomo sulla donna.

Oggi invece, dovunque possiamo trovare immagini di donne forti e, indipendentemente dal proprio genere di appartenenza, tutti sono d’accordo sul fatto che il 5 maggio è la festa dei bambini (maschi e femmine).


Passiamo a una notizia dal sito della NHK (la rai giapponese che oltre ad essere un servizio pubblico radiotelevisivo, ha anche un proprio giornale online) del 21 aprile 2020. L’articolo discute se è sbagliato portare i bambini al supermercato in questo periodo. Una persona intervistata dice di essere rimasta sorpresa di così tanti bambini, coppie sposate e famiglie nello stesso posto. Si è sentita così a disagio che ha preso quello che doveva comprare ed è uscita dal supermercato immediatamente. La stessa persona dice che il supermercato non è un parco giochi. Un’altra voce viene dai genitori: c’è chi non può fare a meno di avere il proprio bambino con sé perché non c’è nessuno che può tenerlo; un’altro genitore non può lasciare suo figlio da solo perché è disabile.


Se andiamo a guardare invece un articolo del giornale Asahi, i bambini, attraverso delle immagini e semplici spiegazioni sul coronavirus e cosa fare per proteggersi, sono più responsabili.

L’Huffington post in giapponese ha un articolo di uno studio sullo stress che i bambini stanno provano in questo periodo. Quello che è venuto fuori in questo studio è, in data 20 aprile, le preoccupazioni sono passare il tempo con il proprio figlio, lo stress dei bambini e cosa devono fare i bambini se i loro genitori sono affetti dal coronavirus. Invece, in data 6 aprile, sono la mascherina, la mascherina utilizzata dai bambini e lo stock di mascherine per bambini. Lo stress dei bambini può essere riconosciuto da questi segnali: orticaria, vomito e dolori di stomaco.


Un altro articolo della NHK parla delle lezioni online come la produzione del riso e una madre ha commentato di aver partecipato con sua figlia ad una lezione online. Ha detto che nonostante sua figlia fosse stressata, è contenta che entrambi sono riuscite a comunicare con qualcuno di sconosciuto. Manami Kataoka, insegnante, ha dichiarato che anche i bambini fanno fatica a stare in casa per troppo tempo ed è per questo che ha deciso di passare con loro parlando di natura.



Fonti: https://news.yahoo.co.jp/byline/usuimafumi/20200505-00177031/ https://www3.nhk.or.jp/news/html/20200421/k10012399281000.html https://www.asahi.com/articles/ASN4J6JB0N4GUTFL00D.html https://www3.nhk.or.jp/news/html/20200505/k10012418251000.html https://www.huffingtonpost.jp/entry/story_jp_5ea69716c5b6a30004e4c4df