Oggi vi presento questa canzone della band giapponese King Gnu (pronunciato King Nu in giapponese). La band è formata da quattro componenti (l’ordine dei loro nomi che seguirò è quello cognome e nome): Tsuneta Daiki (cantante e chitarrista), Seki Yu (batterista e campionatore), Arai Kazuki (sintetizzatore e bassista) e Iguchi Satoru (cantante e tastierista). Il gruppo ha iniziato la sua attività nel 2013 chiamandosi Srv.Vinci e dal 2017 con il nome King Gnu.

La canzone che vi presento oggi si chiama 白日 (Hakujitsu, sole splendente), parla di una storia d’amore finita male, il protagonista comprende gli errori commessi e spera di rincontrare questa persona un giorno augurandosi di poter ricominciare insieme.

Testo in giapponese:


時には誰かを

知らず知らずのうちに

傷つけてしまったり

失ったりして初めて

犯した罪を知る


戻れないよ、昔のようには

煌めいて見えたとしても

明日へと歩き出さなきゃ

雪が降り頻ろうとも 


今の僕には何ができるの?

何になれるの?

誰かのために生きるなら

正しいことばかり

言ってらんないよな 


どこかの街でまた出逢えたら

僕の名前を覚えていますか?

その頃にはきっと

春風が吹くだろう 


真っ新に生まれ変わって

人生一から始めようが

へばりついて離れない

地続きの今を歩いているんだ


真っ白に全てさよなら

降りしきる雪よ

全てを包み込んでくれ

今日だけは全てを隠してくれ 


もう戻れないよ、昔のようには

羨んでしまったとしても

明日へと歩き出さなきゃ

雪が降り頻ろうとも 


いつものように笑ってたんだ

分かり合えると思ってたんだ

曖昧なサインを見落として

途方のない間違い探し 


季節を越えてまた出逢えたら

君の名前を呼んでもいいかな

その頃にはきっと

春風が吹くだろう


真っ新に生まれ変わって

人生一から始めようが

首の皮一枚繋がった

如何しようも無い今を生きていくんだ 


真っ白に全てさよなら

降りしきる雪よ

今だけはこの心を凍らせてくれ

全てを忘れさせてくれよ 


朝目覚めたらどっかの誰かに

なってやしないかな

なれやしないよな

聞き流してくれ 


忙しない日常の中で

歳だけを重ねた

その向こう側に

待ち受けるのは天国か地獄か 


いつだって人は鈍感だもの

わかりゃしないんだ肚の中

それでも愛し愛され

生きて行くのが定めと知って 


後悔ばかりの人生だ

取り返しのつかない過ちの

一つや二つくらい

誰にでもあるよな

そんなんもんだろう

うんざりするよ 


真っ新に生まれ変わって

人生一から始めようが

へばりついて離れない

地続きの今を歩いて行くんだ 


真っ白に全てさようなら

降りしきる雪よ

全てを包み込んでくれ今日だけは

全てを隠してくれ


Traduzione:


A volte non mi rendo conto del crimine che ho commesso

quando ferisco

o perdo qualcuno

prima di rendermene conto.


Non possiamo tornare ai vecchi tempi,

anche se sembravano sfavillanti,

devi camminare verso il domani,

anche se nevica incessantemente.


Cosa posso fare ora?

Cosa diventerò?

Se vivi per qualcun’altro,

non puoi dire sempre la cosa giusta.


Se potessimo rincontrarci di nuovo

in un’altra città,

ti ricorderai ancora il mio nome?

La brezza primaverile soffierà

a quel periodo della nostra storia.


Anche se potessi rinascere di nuovo

e iniziare una nuova vita,

mi stringerei ancora a te, non lasciandoti andare

continuando a camminare legato a te.


Immerso nel bianco, dico addio a tutto,

immerso nella neve che cade senza sosta,

copre tutto,

per ora,

nascondendo tutto.


Non possiamo tornare ai vecchi tempi,

anche se li invidi,

devi camminare verso il domani,

anche se nevica incessantemente.


Ho riso come sempre,

ho pensato che ci capissimo,

non ho visto i segnali indecifrabili,

un’infinita ricerca delle differenze.


Le stagioni passano,

se ci rincontrassimo di nuovo,

posso chiamarti per nome?

La brezza primaverile soffierà

a quel periodo della nostra storia.


Anche se potessi rinascere di nuovo

e iniziare una nuova vita,

vivi il tuo immutabile presente,

ancora connessi da una piccola speranza.


Immerso nel bianco, dico addio a tutto,

immerso nella neve che cade senza sosta,

per ora, con il cuore gelato

voglio dimenticare tutto.


Spero di potermi svegliare,

innamorandomi di qualcuno da qualche parte.

Non è possibile!

Dimentica quello che ho detto.


Durante la mia stancante routine quotidiana,

solo gli anni si accumulano.

Oltre a questo,

cosa mi aspetterà

paradiso o inferno?


Un uomo sarà sempre annoiato.

Non puoi capire le menti degli altri,

ma sai che il destino è vivere la vita,

dando e ricevendo amore.


La vita è piena di rimorsi,

tutti hanno fatto degli errori

che non si possono aggiustare.

Non c’è niente che puoi fare per cambiare le cose.

Mi schiaccia.


Anche se potessi rinascere di nuovo

e iniziare una nuova vita,

mi stringerei ancora a te, non lasciandoti andare

continuando a camminare legato a te.


Immerso nel bianco, dico addio a tutto,

immerso nella neve che cade senza sosta,

copre tutto,

solo per oggi,

nascondo tutto.


Qui trovi il video della canzone:

白日 (Hakujitsu – Sole splendente- ) – King Gnu

Crediti: www.lyrical-nonsense.com